Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Martedì 23 Aprile, h.19.30

Chissà se le regole per i giornalisti previste dal "Piano comunicazione 2019" del Consiglio Valle, approvato dall'Ufficio di Presidenza lo scorso 1° aprile, e considerate sperimentali per sei mesi, si applicheranno anche ai consiglieri regionali, che spesso pubblicano sui "social" immagini e contenuti che violano tale regolamento.

timeline

"All'unanimità i movimenti hanno ribadito la loro adesione alla maggioranza e al governo guidato dal presidente Antonio Fosson, che sta lavorando per attuare i punti programmatici concordati a dicembre". Così i sei movimenti che compongono la maggioranza a diciotto in Consiglio Valle, Union Valdôtaine, Union Valdôtaine Progressiste, Alpe, Stella Alpina, "Pour Nôtre Vallée" e "Front Valdôtain", sgonfiano la possibile "crisi" della maggioranza regionale, dopo neanche sei mesi di attività, conseguente a quanto accaduto che lo scorso giovedì 18 aprile in Consiglio Valle.

E' a favore di "ponte" l'anno scolastico 2019-2020 che inizierà, come da decisione del Governo regionale, su proposta di Fabrizio Gentile, sovrintendente uscente agli studi, giovedì 12 settembre e non, come vorrebbe la logica, il lunedi precedente, il 9, o quello successivo, il 16, quando verosimilmente, tutta la "popolazione" scolastica valdostana sarà realmente a scuola, mentre, coerentemente con l'impostazione della settimana, le lezioni di concluderanno venerdì 12 giugno 2020, proseguendo fino a martedì 30 giugno per gli asili (la "scuola dell'infanzia"). 

Sarà, con tutta probabilità, inaccessibile a chi non ha acquistato il biglietto cinque mesi fa, il "Palais Saint-Vincent" nella serata di giovedì 9 maggio, per il concerto di Elisa, inserito nel cartellone della "Saison culturelle", che fa parte del tour "Diari aperti live nei teatri" che la cantautrice goriziana che ha iniziato lo scorso 15 marzo dal teatro "Odeon" di Latisana, e che si concluderà il 31 maggio al "Politeama Rossetti" di Trieste, dopo cinquanta concerti, quasi tutti "sold out", compresa la data valdostana e tutte le otto repliche.

«Cari fratelli e sorelle, le celebrazioni pasquali sono ostensione pubblica del Mistero cristiano. La solennità, l'intensità di fede e di amore con le quali noi viviamo i giorni del Triduo santo sono annuncio di Gesù e della salvezza che ha portato all'umanità». Inizia così il messaggio ufficiale per la Santa Pasqua da parte di monsignor Franco Lovignana, vescovo di Aosta che, giovedì 18 aprile, durante la "messa crismale" in Cattedrale ad Aosta, ha annunciato che ci sarà «un ripensamento dell'organizzazione territoriale della Diocesi»

La discussione all'interno dell'Università della Valle d'Aosta è arrivata al "colpo di stato": nella riunione di giovedì 18 aprile, il senato accademico si è riunito ed ha espresso la terna di docenti tra cui scegliere il nuovo rettore: sono Marco Alderighi, Maria Grazia Monaci, mentre la terza opzione, all'esterno dell'Ateneo, dal momento che lo statuto prevede almeno un nome che non sia scelto fra i docenti dell'Università, cade su Angela Stefania Bergantino. La scelta sarà effettuata nella riunione del Consiglio accademico di giovedì 2 maggio, sempre che, nel frattempo, arrivi il parere legale di «un prestigioso studio di Torino» a proposito della revoca dell'attuale rettore Fabrizio Cassella.

Sono venticinque i valdostani che, secondo quanto racconta la Polizia Postale, sono caduti nella cosiddetta "truffa del Postamat", dal nome del circuito domestico di prelievo contanti e pagamento gestito da "Poste italiane", che favorisce l'uso delle carte prepagate ricaricabili "PostePay", per le quali non è necessario avere un conto corrente bancario d'appoggio.

Si aspetterà la fine degli accertamenti della Commissione d'indagine ministeriale che dovrà verificare la presenza di eventuali infiltrazioni o condizionamenti di tipo mafioso nel Comune di Aosta per convocare la prima riunone dell'Osservatorio comunale permanente per la legalità e la lotta alla criminalità organizzata, la cui composizione è stata approvata all'unanimità dal Consiglio comunale del capoluogo regionale nella serata di mercoledì 17 aprile.

E' di oltre 33mila euro la spesa che il Comune di Aosta ha affrontato, nel 2018, per l'acquisto di cinque "box cilindrici di colore arancione Velo ok", di una "apparecchiatura con telecamera laser per la rilevazione della velocità istantanea dei veicoli in modalità puntuale presidiata, anche in notturna" e di "una cellula di sicurezza per trasporto di persone pericolose da installare sul veicolo "Fiat Punto" targato YA028AJ".

caveri.it

  • Il punto di partenza è un brano tratto dal libro spassoso “Breve storia dell'ubriachezza” di Mark Forsyth: “Sembra che la birra esistesse ancor prima che esistessero i templi o l’agricoltura. Il che ci porta a una grande teoria sulla storia umana: non abbiamo cominciato a coltivare perché volevamo del cibo–in giro se ne trovava parecchio. Abbiamo cominciato a coltivare perché volevamo qualcosa da bere."
    Aggiunge con un grande humour: “È molto più plausibile di quel che si potrebbe pensare, per sei motivi. Uno, la birra è più facile da preparare del pane, visto che non servono forni roventi. Due, la birra contiene la vitamina B, necessaria agli esseri umani per mantenersi forti e in salute. I cacciatori ricavano la vitamina B mangiando altri animali. In una dieta a base di pane–... [continua a leggere su caveri.it]

Eventi in VdA

12vda.tv videos

redazionali

Il tema dell'educazione finanziaria è ormai di stretta attualità: proprio la presa di coscienza di una scarsa e diffusa alfabetizzazione finanziaria ha portato nel 2017 alla nascita, con decreto del Ministro dell'Economia e delle Finanze, del "Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria", che ha lo scopo di promuovere e coordinare iniziative utili a innalzare nella popolazione la conoscenza e le competenze finanziarie, assicurative e previdenziali e offrire così a tutti la possibilità di fare scelte coerenti coni i propri obiettivi e le proprie condizioni. 

Come annunciato nel maggio scorso, è giunto a compimento il percorso di trasformazione di Fopadiva in FonDemain: nel mese di luglio la Commissione di Vigilanza ha fornito il proprio benestare e, dal 1° ottobre, il fondo pensione negoziale della Valle d’Aosta - istituito, promosso e sostenuto dalla Regione autonoma - è aperto anche ai lavoratori autonomi. 

L'arte, la tradizione, la storia, nei volumi relativi alla Valle d'Aosta e i loro editori, hanno ricevuto il riconoscimento del "Premio Willien", che prende il nome di René Willien, uno dei promotori delle tradizioni locali e tra i principali ricercatori in ambito di cultura valdostana, nel ricordo del quarantesimo anniversario della morte. Nell'ambito delle "Journées de la francophonie 2019", lunedì 25 marzo la cerimonia di premiazione si è tenuta nella sala "Maria Ida Viglino" di Palazzo regionale ad Aosta. 
L'Assessore regionale al turismo, sport, commercio, agricoltura e beni culturali Laurent Viérin e Roberto Willien, in rappresentanza del "Centre culturel René Willien", hanno premiato gli editori e gli autori, che si sono distinti per la pubblicazione di opere sulla Valle d'Aosta, con interesse storico, culturale, sociale, geografico, etnografico e scientifico. 

La pubblicità su 12vda è efficiente, conveniente ed etica. Per maggiori informazioni e per un preventivo personalizzato, senza impegno, potete contattare l'ufficio marketing di 12vda, ai numeri telefonici 0165.06.18.85 o scrivendo una mail a marketing@12vda.it.

meteo




12vda live