Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Lunedì 16 Settembre, h.08.45

Nell'ambito dell'operazione denominata "Last Banner", la "Digos" di Torino ha eseguito, nella mattinata di lunedì 16 settembre,  dodici misure cautelari nei confronti dei capi e dei principali referenti dei gruppi di tifosi della "Juventus", squadra molto seguita anche in Valle d'Aosta, indagati a vario titolo per associazione a delinquere, estorsione aggravata, autoriciclaggio e violenza privata.

i video di 12vda.tv

podcast "listening"


«Purtroppo nel 2019 a scuola siamo ancora a discutere se la tutela della maternità e paternità sia un diritto od una gentile concessione. Ad avvio di questo nuovo anno scolastico, come "Savt école" dobbiamo prendere atto che il fenomeno del precariato e della conseguente mancanza di continuità didattica è ormai un'emergenza».

L'anno scolastico 2019/2020 è iniziato, nel plesso scolastico di scuola dell'infanzia di Plan-Félinaz, a Charvensod, all'interno di una struttura rinnovata. Sono infatti stati effettuati interventi di riqualificazione energetica consistenti nel rivestimento dell'edificio con materiale isolante e nella sostituzione dei serramenti, che si aggiungono al rifacimento della copertura effettuata nello scorso mese di novembre. Il cantiere, aperto a inizio luglio, è stato completato nei tempi previsti e ha comportato una spesa di circa 100mila euro.

Giovedì 12 settembre, a Cagliari, il presidente della Regione Valle d’Aosta Antonio Fosson ha partecipato ai lavori del coordinamento delle Regioni a Statuto speciale e delle Province autonome, invitate dal presidente della Sardegna, Christian Solinas. 

L’assessora all’istruzione, università, ricerca e politiche giovanili Chantal Certan ha inaugurato, insieme alla sovrintendente agli studi, Marina Fey, nella mattinata di giovedì 12 settembre l’anno scolastico 2019/2020 insieme agli alunni della scuola primaria di Pont-Saint-Martin. Alla cerimonia ha partecipato anche il sindaco del Comune di Pont-Saint-Martin, Marco Sucquet. 

"Posto questa gnocca solo per attirare la vostra attenzione e dirvi di chiedere l'amicizia al nuovo profilo di Lorenzo Aiello visto che sti merdosi di fb lo hanno bannato". Scrive così, Emanuele "Santapirateria" Zardo sul suo profilo sul "social network", cercando così di bypassare la chiusura, lo scorso lunedì 9 settembre, da parte di "Facebook", dei diversi profili, pagine e gruppi (anche su "Instagram") di esponenti di "Casapound" e "Forza Nuova", tra cui anche quello del consigliere comunale di Aosta.

Personale della Polizia di Stato, in servizio presso la Sottosezione Polizia di Frontiera del Gran San Bernardo, nell’ambito delle attività di contrasto al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina ed alla criminalità transfrontaliera, nella serata di mercoledì 11 settembre procedeva al controllo, in uscita dal territorio nazionale, dei passeggeri a bordo di un autobus di linea con tratta Genova/Bruxelles e rintracciava un minore, cittadino tedesco, di 17 anni che, all’atto del controllo, dichiarava di essere privo di documenti. 

Il "Tor des Glaciers", che per distanza, 450 km, e dislivello positivo, 34mila metri, ha strappato al "Tor des Gèants" uno degli appellativi più gettonati, «endurance più duro del mondo», ha il suo primo vincitore. Anzi, trionfatore. Perché Luca Papi, varesino naturalizzato francese, non solo ha tagliato il traguardo di Courmayeur con il tempo di 134 ore e 10 minuti, ma ha lasciato il suo più diretto avversario, il belga Richard Victor, una ventina di chilometri più indietro. 

«Oggi è il #primogiornodiscuola per voi, scolari e studenti della Valle d'Aosta, e non posso non rivolgervi un saluto di simpatia e vicinanza». Inizia così il lungo messaggio augurale che Albert Chatrian, assessore regionale all'ambiente, ha pubblicato, su "Facebook", insieme ad una foto dei figli Valérie ed Alexis, vestiti con il grembiulino d'ordinanza, nella mattinata di giovedì 12 settebre, data di partenza, in Valle d'Aosta, del nuovo anno scolastico.

Dopo il “bis” di Oliviero Bosatelli, nella notte tra mercoledì 11 e giovedì 12 settembre è arrivato anche quello di Silvia Trigueros Garrote. E’ ancora l’atleta basca del "Team Race Land", infatti, la regina del "Tor des Géants". 

Tanti colpi di scena, soprattutto nella prima parte di gara, ma alla fine il "Tor130 - Tot Dret" è di Giuliano Cavallo. Il valdostano del "Team Salomon - Courmayeur Trailers" ha sempre tenuto le posizioni di vetta, alternandosi con Henri Grosjacques e Dino Melzani (ritiratisi entrambi a Oyace), ed ha poi preso il largo, arrivando al traguardo di Courmayeur in 23h01'25" e facendo segnare il record della corsa, scendendo finalmente sotto il muro delle 24 ore.

podcast "talking"

ilmeteo.it

Meteo Valle d'Aosta